blog di don.massimo

Se son rose, fioriranno

Mese di maggio. Mese di Maria. Mese delle rose. Ne sono spuntate anche nel giardino del  parroco. Rose rosa. Con tanto di spine. É una metafora. Il Signore mi sta concedendo anni sereni, rosei, pieni di incontri significativi e di opportunità belle. Anche se non mi risparmia le spine. E in questo periodo di critiche e di polemiche, di disaccordi e di mancanze di carità… mi sono punto veramente. Grazie a Dio, poche volte.
Le consolazioni, al contrario, sono molte. Innanzitutto: quello che avvia al suo vertice, è stato un anno pastorale intenso, ricco di grazia, buono. In secondo luogo l’accompagnamento di don Stefano (con la stima e l’amicizia che ne è scattata) verso la sua prima messa, lascia ben sperare. E infine la meta che sto per raggiungere il prossimo 11 giugno: sei lustri di ministero presbiterale.
Tutti e tre questi pensieri hanno nutrito la mia preghiera degli ultimi giorni. Anzi, lo scorso 8 maggio, ho avuto la gioia di condividere in seminario con tutti i diaconi la cosiddetta “Festa dei Fiori”. Dovete sapere che i “fiori” sono proprio loro, i 24 diaconi che vengono offerti alla Diocesi. E che a Venegono – in basilica – è venerata una Madonna molto cara a tutti i sacerdoti ambrosiani. È a Lei che ho affidato il mio percorso che continua e quello di don Stefano che inizia. Dopo 30 anni, è stato commovente per me ammirare e rivedermi in quei giovani che si affacciano alla vita sacerdotale scendendo in campo con entusiasmo. Ho chiesto alla Madonna dei Fiori di non essere mai fra il numero delle persone –purtroppo e inesorabilmente ci saranno – che faranno di tutto per ostacolare e smorzare tale entusiasmo.
Io ammetto di avere perso smalto. Forse è anche sintomo di maturità. Ma mai e poi mai ho smarrito quella gioia (tutta interna) di chi sa di essere amato da Dio e conservo la coscienza pulita di chi ha cercato di non sottrarsi agli incarichi e alle destinazioni. Alcune sono state belle e mi hanno fatto crescere, altre meno e mi hanno tolto un po’ di serenità. Ora, a Dio piacendo arrivo al mio 30° anniversario di sacerdozio.

Pagine

Abbonamento a Feed RSS - blog di don.massimo