Cerca
Close this search box.

Non dire niente

non-dire-niente

C’è una pubblicità che Gesù rifugge continuamente. Non gli vanno le scorciatoie. A lui non interessa molto la notorietà. Eppure perfino il Figlio di Dio deve fare i conti con la fama che gli viene dai suoi miracoli. Per Lui i miracoli non servono a farsi un nome, a creare audience e a far crescere la Sua popolarità. Egli compie miracoli solo per manifestare il Regno. Avvertire le persone che il Regno è già in mezzo a noi. Non vuole sfruttare la loro sofferenza per sé stesso, per la Sua missione, per una sorta di marketing evangelico. È questo il motivo per cui nel vangelo di Marco soprattutto, Gesù tenta (invano) di convincere le persone a non fare troppo clamore rispetto al loro incontro con Lui. Accade così anche per il lebbroso del Vangelo di oggi al quale Gesù impone il silenzio e l’obbedienza alla legge. Si dovrebbe obbedire a qualcuno che ti ha salvato la vita, ma è talmente incontenibile la gioia che ti porti dentro che è praticamente impossibile rimanere in silenzio. E parla. Parla assai questo miracolato. La conseguenza è drastica: Gesù non riesce più a garantirsi un minimo di vita privata. Anzi non ce la fa più nemmeno ad entrare nell’intimità della casa delle persone, ma è costretto a stare fuori dalle città per evitare incidenti, che nessuno si faccia male… Credo che un’esperienza simile l’abbiano vissuta anche padre Pio, Bernadette, il Curato d’Ars, madre Teresa…quasi quasi non avevano più diritto a momenti semplici, quotidiani. Quando si incontra Cristo nell’umanità di qualcuno è impossibile che questo non crei problemi di ordine pubblico così come il vangelo di oggi ci testimonia. Oggi questo succede sempre meno, ma non penso che il Signore voglia evitarci stress da vip… più verosimilmente capita che la nostra testimonianza alla verità ha qualche problema a rendersi visibile.

Don Massimo

Don Massimo

Parroco della Parrocchia di San Gerardo al Corpo

Iscriviti al Pranzo di San Giovanni Bosco

Lascia i tuoi dati e quante porzioni desideri per prenotare il posto a tavola, il menù di questa giornata prevede:

-Polenta con le Salamelle
-Patatine fritte!

Il contributo per il pranzo è di 6€ a persona / porzione, le prenotazioni chiuderanno Giovedì 25